top of page

La copertina è la custodia del libro, in similpelle e incisa/stampata con caratteri dorati o argentati. Sulla copertina solitamente (ma non sempre) viene stampato il frontespizio, che sarà poi ripetuto nella prima pagina interna alla tesi.


Le informazioni coincidono ma esteticamente è consigliabile adattare il frontespizio alle esigenze del materiale della copertina: materiali più ruvidi richiedono caratteri più grandi e in maiuscolo e una formattazione diversa per titolo e corso di laurea.


tesi università la sapienza di roma
Esempio di copertina diversa dal Frontespizio

E’ possibile che l’università richieda una copertina diversa dal frontespizio, attieniti sempre alle loro indicazioni e chiedi conferma al tuo relatore prima di consegnare la versione definitiva in copisteria, ma sostanzialmente i dati da scrivere sono:


- Il nome dell’università

- La facoltà o il dipartimento

- Il corso di laurea

- Il logo dell’università

- Il titolo della tesi

- Eventuale sottotitolo

- Il nome del relatore, e correlatore se presente

- Il tuo nome e cognome

- Il tuo numero di matricola

- Ed infine l’anno accademico in cui ti stai laureando


Sul sito della tua Università, generalmente è già presente un modello da scaricare e compilare.


LOGO

Il logo va inserito come primo elemento della pagina, in alto e allineato al centro.

La dimensione ideale è di circa 4-6 cm di larghezza.


DIPARTIMENTO o FACOLTÀ DI …

Questa sezione va inserita sotto il logo, allineato al centro.

La dimensione ideale è di 14-16 pt.


CORSO DI LAUREA TRIENNALE / MAGISTRALE / SPECIALISTICA DI …

Scrivi se si tratta di un corso di laurea magistrale / triennale / specialistica.

Il corso di laurea va sotto il dipartimento, allineato al centro e con una dimensione di 14-16 pt.


TESI DI LAUREA IN …

Alcune Università aggiungono l’argomento della tesi o la materia di riferimento. Allinea questa sezione al centro, maiuscolo o minuscolo come preferisci, dimensione 12-14 pt.


TITOLO

Veniamo alla parte più importante: il titolo.

La tesi è la tua prima pubblicazione e come per i libri va evidenziato in grande; quindi scrivilo in maiuscolo, in grassetto e con una dimensione di 18-20 pt. Si inserisce sotto il corso di laurea, allineato al centro. Devi indicare anche il titolo in inglese? Scrivilo sotto il titolo principale, sempre centrato, con un carattere leggermente più piccolo.


RELATORE

Chiar.mo/a Prof./ssa si usano per i professori di ruolo, che hanno una cattedra. Metti sempre prima il NOME e poi il COGNOME. È una regola della lingua italiana in tutti i documenti e vale anche per la tesi di laurea. Scrivi quindi la dicitura RELATORE: e nella riga sotto Chiar.mo/a Prof./ssa. Puoi usare una dimensione di 14-16 pt., scrivi in minuscolo (tranne le iniziali ovviamente!) e allinea a sinistra della pagina.


CORRELATORE o TUTOR

Valgono le stesse regole per il relatore. Se il correlatore non è un professore di ruolo, usa:

Prof. o Prof.ssa per i professori associati

Dott. o Dott.ssa per i ricercatori, i collaboratori e i tutor aziendali



LAUREANDO/A – CANDIDATO/A

Scrivi la dicitura Laureando/a: sulla prima riga e sotto il tuo nome e cognome. Puoi inserire una terza riga con il numero di matricola. Caratteri minuscoli (tranne le iniziali) e dimensione 14-16 pt. Questa sezione va nella parte destra della pagina. Se sai usare i rientri, metti un rientro sinistro a circa 17 cm e allinea a sinistra; in alternativa allinea tutto a destra.


ANNO ACCADEMICO 20../20..

L’anno accademico comprende sempre due anni perché va da settembre ad agosto come quello scolastico. Mettilo in basso alla pagina, allineato al centro. Dimensione 14-16 pt, minuscolo o maiuscolo come preferisci. Alcuni lo scrivono anche su due righe.

Attenzione ad inserire l’anno corretto! Le sessioni accademiche di laurea vanno da luglio a marzo dell’anno successivo; per esempio in marzo 2023 l’anno accademico per le lauree è ancora 2021/2022.


Copertina tesi verde similpelle università LUMSA
Copertina completa università LUMSA

La copertina e il frontespizio sono pronti per essere inseriti nel pdf della tua tesi di laurea per essere spedito alla copisteria.


PER LA STAMPA DELLA TUA TESI DI LAUREA PREFERIAMO I FILE PDF, PER MANTENERE LA VOSTRA IMPAGINAZIONE.


Quando riceviamo il file lo apriamo e controlliamo i margini, l'allineamento dei frontespizio e la formattazione del testo.


Nel caso in cui ce ne fosse bisogno proponiamo il nostro servizio di impaginazione tesi.


Puoi comodamente usufruire del nostro servizio di impaginazione e stampa Tesi online a questo link https://www.guug.it/tesi




28 visualizzazioni0 commenti

Ti ricordi la stampante ad aghi?


I primi modelli di stampanti ad aghi, o a matrice, risalgono al 1970


La stampante ad aghi fa parte della tecnologia di stampa a impatto, o Impact Printing, cioè il metodo secondo il quale la stampa viene realizzata attraverso punzoni che riportano direttamente il carattere sulla carta, imprimendolo.


COME FUNZIONA:


La stampante ad aghi, detta anche dot matrix (cioè a matrice di punti), funziona attraverso testine di stampa ad aghi in acciaio, o in sintetizzato di tungsteno, che, mosse da un impulso elettromagnetico, battono su di un nastro inchiostrato posto davanti alla carta, spostandosi lateralmente sul foglio lungo la riga di stampa.



Così facendo gli aghi lasciano impressi una serie di punti che corrispondono al carattere di un testo o alla parte di un’immagine.


Ad oggi sono utilizzate prevalentemente da chi deve produrre dei documenti durevoli nel tempo, proprio perché imprime direttamente i caratteri con l’inchiostro sulla carta, riproducendo il funzionamento delle “vecchie” macchine da scrivere.


Le tecnologie concorrenti (laser e termica) producono documenti che in poco tempo potrebbero risultare illeggibili, tipicamente per le termiche: gli scontrini fiscali dopo un po' se non conservati adeguatamente risultano illeggibili; per le laser, il fenomeno è simile in quanto "appoggiano" la polvere del toner che viene "incollato" alla carta con un processo di cottura.


Questo tipo di stampanti continuano ad essere apprezzate sia per il prezzo contenuto sia per la possibilità di poter stampare su moduli a ricalco, cosa impossibile per le stampanti più moderne che non sono del tipo ad impatto.


Siamo una copisteria che da oltre 15 anni stampa e rilega per i nostri clienti.

Lo facciamo con la stessa passione di sempre ma con le ultime tecnologie disponibili sul mercato per dare una qualità sempre maggiore e rendere sempre più veloce e di qualità il prodotto finale.


Offriamo anche servizi di progettazione grafica utilizzando gli strumenti più avanzati e le nostre competenze sulla suite Adobe.


Prova il nostro servizio di stampa online al link https://www.guug.it/stampa



4 visualizzazioni0 commenti

Aggiornamento: 31 gen 2023


Per inserire la numerazione delle pagine della tua tesi, apri il file Word su cui stai lavorando.

Nel menu in alto, seleziona la voce Inserisci.

Poi, clicca su Numero di pagina. Si aprirà una tendina con le diverse posizioni in cui possono essere inseriti i numeri delle pagine all’interno del tuo file: in alto, in basso, a lato sul margine o nella posizione corrente in cui si trova il cursore.

La scelta più classica, e anche quella più utilizzata, è quella di posizionare il numero in cifre in basso alla pagina.


Ma dove metterlo: sulla destra, sulla sinistra o al centro?


Per stampa solo fronte

La stampa solo fronte è particolarmente indicata per gli elaborati che hanno poche pagine. Infatti, questo ti permetterà di avere una rilegatura della tesi più importante e non troppo sottile.


Nella stampa della tesi solo fronte non ci sono grandi problemi con la numerazione. Puoi inserirla in basso a destra, o in basso al centro se non hai ancora deciso fra stampa solo fronte o fronte e retro.


Per Stampa fronte/ retro

Se hai già pensato di stampare la tesi fronte e retro, o la tua Università lo richiede, numera le pagine facendo in modo che i numeri siano sempre ben visibili. Ciò significa che non devono essere posizionati sul margine interno.


Le pagine per la stampa fronte e retro devono avere la numerazione posizionata sempre all’esterno. Fai quindi mente locale su quali pagine saranno stampate sulla destra, e quali sulla sinistra.


Presumibilmente, le pagine dispari (1,3,5,….) della tua tesi saranno stampate sulla facciata di destra. Per questo motivo, anche il loro numero di pagina dovrà essere posizionato in basso a destra. Le pagine di sinistra invece dovranno avere il numero di pagina in basso a sinistra.


Come alternare la numerazione delle pagine?

Posizionati su una pagina che verrà stampata a destra, e fai doppio clic sull’area di piè pagina. In alto si aprirà la scheda relativa a strumenti e impostazione piè di pagina.

Spunta la casella “Diversi per le pagine pari e dispari”.


Poi vai su numero di pagina, scegli la posizione, e poi clicca su numero normale 3: quello che inserisce la numerazione delle pagine della tesi a destra. Nella maggior parte dei casi, le pagine della tesi con numerazione a destra, sono quelle dispari.


Andiamo adesso ad inserire la numerazione delle pagine pari della tesi.

Posizionati su una pagina che verrà stampata a sinistra, e fai doppio clic sul piè di pagina. Se fai attenzione, adesso nell’etichetta grigia che appare sopra l’area su cui stai lavorando, appare il testo “Piè di pagina pagine pari”.


Fai clic su Inserisci, numero di pagina, scegli la posizione in cui vuoi che appaia la numerazione delle pagine della tesi, e scegli il numero normale 1, cioè quello che posiziona le cifre sulla sinistra delle pagine.


In questo modo hai impostato il numero di pagina alternato per stampare la tua tesi FRONTE/RETRO


Dove NON mettere il numero di pagina.

Non è necessario inserire il numero di pagina in tutte le pagine, tipicamente il numero di pagina NON si mette


- Frontespizio

- Pagine con la dedica e i ringraziamenti

- Pagine bianche

- Pagine che contengono solo un titolo



È possibile aggiungere la numerazione pagine di base al documento o rimuovere i numeri di pagina.


Iniziare la numerazione delle pagine dalla seconda pagina


Aprire Strumenti intestazione e piè di pagina facendo doppio clic nell'area dell'intestazione o del piè di pagina.


- Selezionare Progettazione > Numero di pagina > Formato numeri di pagina.


- Impostare Comincia da 0 e scegliere OK.


- Selezionare Diversi per la prima pagina.


In questo modo avrai una numerazione che partirà dal numero zero sulla prima pagina (il frontespizio)


Informazioni utili se stai scrivendo la tua tesi ;)


Quando da Guug riceviamo il file della tua tesi controlliamo sempre a grandi linee il frontespizio, il contenuto e la formattazione, correggiamo gratuitamente piccoli errori che saltano all'occhio prima della stampa.


Nel caso in cui ce ne fosse bisogno proponiamo il nostro servizio di impaginazione tesi, i nostri esperti prendono in carico il file della Tesi e procederanno ad un’impaginazione puntuale della stessa, rispettando le regole dell'università.


Se fosse necessario si procede alla stesura di un indice, all’impaginazione delle note e di eventuali immagini o tabelle.


Puoi comodamente usufruire del nostro servizio di impaginazione e stampa Tesi online a questo link https://www.guug.it/tesi


93 visualizzazioni0 commenti
bottom of page